Giovani oasi, II appuntamento: giovani del Golfo attivi su ambiente, animali, cultura e lavoro, “insieme salveremo il pianeta”

Il 10 agosto presso La Batteria La Favorita di Gaeta Medievale si è tenuto il II appuntamento di Giovani oasi si raccontano, l’evento culturale organizzato da Desert Miraje™ con il patrocinio del Comune di Gaeta in collaborazione con l’ATS La Cittadella, degustazione solidale e protagonisti i giovani del territorio

C’è chi definisce noi giovani un miraggio nel deserto: ora ci vedono ora spariamo tra social, viaggi, cervelli in fuga. Quando va peggio droga, alcol, cronaca nera. Eppure, solo su un punto siamo d’accordo: siamo un miraggio nel deserto, sì, proprio come i sogni, le idee, gli obiettivi. Siamo fatti della stessa sostanza dei miraggi, perché anche se non ci credete, noi un giorno brilleremo. Anche se non ci ascoltate noi ci siamo e abbiamo una voce.

E l’abbiamo fatta sentire ancora una volta, forte e chiara, anche al secondo appuntamento di Giovani oasi si raccontano, lo scorso martedì 10 agosto presso la splendida terrazza Batteria La favorita di Gaeta Medievale. Tanti sono stati gli argomenti toccati, dal sociale al lavoro, dall’ambiente agli animali, tutti con lo stesso obiettivo: nella notte di S. Lorenzo esprimere un desiderio comune, vale a dire quello di salvare il mondo.

Il ciclo di eventi solidali con protagonisti i giovani del territorio e l’obiettivo di destinare parte del ricavato al progetto dei Servizi Sociali del Comune di Gaeta Reti solidali è organizzato dal brand di comunicazione positiva Desert Miraje™ con il patrocinio del Comune di Gaeta e, per la serata del 10, in collaborazione con l’ATS La Cittadella. Una serata completamente sospesa dal presente, in cui per una volta nell’informazione c’è qualcosa di positivo. Che non sia al covid, ovviamente.

Tra le interviste quella a Laura Magliozzi, 29 anni, “mamma adottiva” di un pastore tedesco chiamato Jack. Salvato da un allevamento che lo maltrattava perché considerato fuori taglia, Jack oggi ha una nuova vita. Per quanto sia stato toccato dal suo passato, ora vive degli abbracci di Laura e della sua famiglia.

Miraja intervista Laura Magliozzi con Jack. Foto di Cosmo Di Schino. Riproduzione riservata

Quella a Federica Aprea, 25 anni, biologa e attivista per l’ambiente. Federica si è fatta portavoce del Movimento Clean Up Gaeta-Formia, movimento libero giovanile che da più di un anno sta ripulendo volontariamente le nostre spiagge da tutto ciò che porta il mare. E quindi dai rifiuti che l’uomo ha gettato in mare, ma anche nei fiumi. Plastica, plastica e plastica. Ma anche ruote, frigoriferi, lavatrici, carretti, ferri vecchi, di tutto e di più.

Miraja intervista Federica Aprea, portavoce della Clean Up Gaeta-Formia. Foto di Cosmo Di Schino. Riproduzione riservata

E ancora, sono intervenuti Matteo, 32 anni, che ha servito gli ottimi vini dell’Enoteca Telaro di Gaeta, come sponsor della degustazione insieme ad Andale tavola calda e tielleria, parlando di lavoro e di quanto sia impegnativo, ma anche soddisfacente, investire in un’attività commerciale sul nostro territorio durante la pandemia; Mary Valente, 22 anni, studentessa e giovane promessa del giornalismo, che ha presentato la serata insieme a Miraja; Irene Centola, 21 anni, studentessa di Lettere Classiche e redattrice del Desert Miraje Magazine d’inchieste e storie di vita.

(Da sinistra) Irene Centola, 21 anni redattrice del Desert Miraje Magazine, Miraja, Mary Valente, 22 anni presentatrice della serata. Foto di Cosmo Di Schino. Riproduzione riservata

Come giovane dentro, giovane artista e giovane per sempre, ha colpito il cuore di tutti la storia di Dario Calderone, noto cantautore del territorio, che per la serata ha allietato i presenti con musica dal vivo insieme a Luca Agostini alle percussioni e Damiano Campana al basso. Dario si porta sulle spalle una storia emozionante e un bagaglio ricco di esperienze. Partito da Palermo 13 anni e mezzo fa, ha iniziato a esibirsi per strada, sulle panchine di Gaeta, dormendo in un garage. Oggi ha centinaia di live, una selezione a Sanremo Rock per l’edizione 2021-2022 e un capitolo su di sé all’interno di un libro scolastico, “Music band”, scritto da Catia Cardillo Piccolino e Cinzia Ponsillo.

(Da sinistra) Damiano Campana al basso, Luca Agostini alle percussioni, Dario Calderone cantautore chitarra e voce. Foto di Cosmo Di Schino. Riproduzione riservata

Sono intervenuti in rappresentanza di Reti solidali Emilio Donaggio, presidente di Croce Rossa Comitato Sud Pontino e la signora Rachele, responsabile ADRA, che hanno raccontato un po’ quello che ogni giorno decine di volontari e volontarie fanno insieme in rete per supportare il territorio.

Mary Valente intervista Emilio Donaggio presidente Croce Rossa Comitato Sud Pontino in rappresentanza di Reti solidali. Immagini di Cosmo Di Schino, riproduzione riservata
Rachele, responsabile ADRA in rappresentanza di Reti solidali. Immagini di Cosmo Di Schino, riproduzione riservata

Per concludere, tra poesie e incanto notturno, c’è stato un ballo di danza Rasq Sharqi con Ali di Iside di Miraja.

Miraja giornalista del ventre. Immagini di Cosmo Di Schino, riproduzione riservata

Gli sponsor della serata, attività e imprenditori che credono nei giovani e in iniziative solidali come questa, sono stati: “ANDALE” TIELLERIA E TAVOLA CALDA, Telaro Enoteca Gaeta per le bevande, Rendez Vous Ristorante, Lupo di Mare Guinness, Bob Rock Profumerie, Nautica Lieto, Officina Tessile, Pizzeria 2000 Formia, Erika Mua Sanna make up artist, Dario Calderone cantautore, Palm Beach, Pizzeria del porto, Fioreria La serretta, Ottica Karma, Alges libreria e giornali, Bar Santos, La garitta ristorante, Caffè Cavour, Cosmo di Schino fotografo, Ellegrafica, Francesco Santillo, Giovanni Muto per la grafica.

Locandina del 10 agosto

Prossimi appuntamenti previsti per lunedì 23 agosto e venerdì 3 settembre, in cui ci saranno grandi novità. Il format di Giovani oasi si raccontano, infatti, cambierà. Per rimanere aggiornati è possibile visitare il Magazine su www.desertmiraje.it, il sito web www.desertmiraje.com, oppure le pagine social Facebook “Desert Miraje”, Instagram “@desertmiraje”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!