Gaeta, al via ciclo di eventi solidali “Giovani oasi si raccontano”

L’iniziativa di degustazione solidale, lanciata da Desert Miraje™ e promossa dal Comune di Gaeta, darà voce a molti giovani del territorio. Parte del ricavato sarà devoluto in sostegno del progetto dei servizi sociali “Reti solidali” del Comune di Gaeta

Nella splendida location “Bastione La Favorita” e presso la terrazza sul mare della Pinacoteca Antonio Sapone in Gaeta Medievale, questa estate a Gaeta ci saranno 4 degustazioni solidali, con protagonisti i giovani del territorio. Immersi in un’oasi di freschezza ed emozioni. “GIOVANI OASI SI RACCONTANO” è un ciclo di eventi culturali con speciale degustazione di prodotti locali a scopo benefico, per aprire attraverso la sensibilizzazione e la valorizzazione territoriale uno spaccato su alcune delle principali tematiche sociali e di attualità nel Golfo di Gaeta. L’iniziativa è stata lanciata dal personal brand di comunicazione positiva Desert Miraje™️ con il patrocinio del Comune di Gaeta, con l’obiettivo di portare alla luce alcune testimonianze dirette di giovani e giovanissimi, storie che possano ispirare, dare speranza, ma anche aiutare a conoscere meglio le nuove generazioni “non in fuga”.

Tanti i giovani coinvolti nelle serate, tra testimonianze, esibizioni e promozione, sponsor, cultura e musica, per sensibilizzare la comunità su tematiche di natura sociale (tra cui diversità, ambiente, disabilità, diritti umani, networking, cultura, valorizzazione territoriale, enogastronomia, lavoro, ecc.), coinvolgendoli anche dal punto di vista artistico (leggere brani inediti, portare opere artistiche, recitare, fare intrattenimento, intervistare, presentare). Il tutto mentre è possibile degustare prodotti locali offerti da giovani imprenditori del territorio, nel rispetto degli aggiornamenti di DPCM e misure anti covid. Parte del ricavato delle serate sarà devoluto in sostegno del progetto “Reti solidali-Vivere il territorio” del Comune di Gaeta. Alla fine della serata ci sarà uno spettacolo a sorpresa.

La locandina dell’evento

Le date: • Venerdì 30 luglio, Terrazza La Favorita, Gaeta Medievale, 20.30 • Martedì 10 agosto, Terrazza La Favorita, Gaeta Medievale, 20.30, con l’ATS “La Cittadella” • Lunedì 23 agosto, terrazza della Pinacoteca Antonio Sapone, Gaeta Medievale, 20.30, con l’Associazione Culturale Novecento • Venerdì 3 settembre, terrazza della Pinacoteca Antonio Sapone, Gaeta Medievale, 20.30, con l’Associazione Culturale Novecento. Posti limitati e riservati, solo su prenotazione. Per info e biglietti telefonare al numero 3203021487. Interverranno il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano e la delegata alle Politiche Sociali Lucia Maltempo, insieme ad altri ospiti d’eccezione, che credono e sostengono i giovani, tra cui la nostra amica Sandra Cervone che condurrà l’evento.

Ecco le storie di vita dei giovani ospiti della prima serata: Fortuna Buonante, che parlerà della forza delle donne di ricominciare, Andrea Di Vanni, ragazzo 18enne giovanissima promessa della musica, Rita Nappi, brigantessa e poetessa con una storia incredibilmente emozionante e dalla forza di un uragano. Tra le letture a tema quella di Valeria Aprile, avvocato, con il libro “La chiave della libertà”, di Claudia Manildo, 26enne praticante giornalista e scrittrice, e Irene Centola, studentessa di Lettere e redattrice. Per conoscere e ascoltare le loro storie venite a trovarci e non dimenticate di seguirci sui social dove nei prossimi giorni pubblicheremo tante splendide novità!

Per concludere, aspettandovi nelle nostre oasi, lo spirito dell’iniziativa che può essere riassunto in tre frasi: “Diranno che non puoi farcela. Non crederci. Segui il tuo miraggio”. Perché ogni persona a suo modo attraversa un deserto, ed è grazie al suo miraggio, sogno, obiettivo, idea, speranza che continua a camminare, fino all’oasi della consapevolezza. Soprattutto se è giovane e decide di restare, sebbene sia difficile. Un giovane che resta nella sua terra, invece di portare le proprie competenze e conoscenze altrove, va ascoltato, incoraggiato, sostenuto da quella città. Perché è il futuro, soprattutto il presente.

Buon miraggio!

Miraja

giornalista del ventre 

“Storie che arrivano alla pancia delle persone”

Un pensiero su “Gaeta, al via ciclo di eventi solidali “Giovani oasi si raccontano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!